News ed Eventi

  • Mostra fotografica Fuori dal ghetto 2.0

    ERMES Cooperativa Sociale O.n.l.u.s. ha realizzato, nell'ambito del Progetto Kher - strumenti di integrazione sociale, promosso dalla Caritas Diocesana  di Roma e finanziato con il contributo dei Fondi 8 X Mille, una mostra fotografica sui contesti abitati in cui vive la popolazione rom.

    Via di Salone, via Salviati, via Amarilli, via dei Gordiani, via Salaria. Sono alcuni dei luoghi inventati, costruiti, recintati e poi sostanzialmente abbandonati, dove, a Roma, vivono centinaia di persone in condizioni di estrema marginalità. Sono alcuni dei campi rom che l’Amministrazione comunale definisce “Villaggi della solidarietà” e che la Strategia Europea d’inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti, adottata dall’Italia, impone di chiudere definitivamente.

    I campi, nuovi ghetti del XXI secolo, sono ancora lì, sempre più allo stremo, invasi dai topi ma anche attraversati dalla speranza di un futuro migliore che, chi li frequenta giornalmente, coglie nelle pressanti richieste di un lavoro e di una casa “fuori dal ghetto”.

    E proprio chi conosce i volti, i nomi e le storie di chi li popola, ha voluto raccontare i campi attraverso le immagini che compongono questa raccolta di foto.

    La mostra è stata esposta il 28 Gennaio 2016 al Teatro Villa Glori in occasione del seminario "Superamento dei campi nomadi: quale accompagnamento all'autonomia?"  e l' 8 Febbraio al Ministero della Salute in occasione del seminario "Piano d'Azione Salute per e con le comunità Rom, Sinti e Caminanti".

    E' possibile richiedere informazioni sul progetto e concordare l'esposizione della mostra fotografica ai seguenti contatti:

    recapito telefonico: 06/76988239

    e mail: info@ermescooperativa.it



    Inserita il 08/02/2016 13:09:21|Periodo : Febbraio 2016
  • Comunicato stampa CILAP

    IL DISEGNO DI LEGGE DELEGA “POVERTÀ”

     Nicoletta Teodosi (presidente Cilap-EAPN): “Le persone sole che vivono in povertà sono come sempre escluse. Non chiamiamolo reddito minimo”.

     Roma, 4 febbraio 2016 – Nicoletta Teodosi, presidente del CILAP – Collegamento Italiano di Lotta alla Povertà – sezione italiana della rete europea EAPN European Anti Poverty Network, ha commentato il disegno di legge delega presentato dal governo per contrastare la povertà: “Prendiamo atto della decisione del governo in favore di una norma nazionale di contrasto alla povertà, che dovrebbe contenere un misura di reddito minimo per un milione di persone. Da quanto abbiamo appreso non è quello che auspicavamo, perché siamo convinti che non farà uscire le famiglie dalla povertà. Chi sono i potenziali beneficiari di questa misura? I nuclei familiari. Quindi le persone sole che vivono in povertà sono come sempre escluse. Non era quello che auspicavamo anche in questo caso. La nostra proposta prevedeva una misura individuale di reddito minimo. E quindi non si può parlare di reddito minimo adeguato per una vita dignitosa. come noi chiediamo da molto tempo.  Anche l'Italia pian piano si sta adeguando al resto d'Europa, a quanto detto dal Parlamento e dalla Commissione europea in questi 25 anni. Meglio di niente, lo dicemmo in occasione degli 80,00 euro lo diciamo con convinzione anche ora. L'obiettivo che l'Italia si era data nel 2011 per rispondere alla Strategia Europa 2020 era di far uscire da una condizione di povertà 2 milioni e 200 mila persone entro il 2020. Significa che se entro il 2017 la misura toccherà circa 1 milione di persone è probabile che entro il 2020 si possa arrivare all'obiettivo. Questo quando si parla di numeri e si ragiona in termini di probabilità, se tutto rimane come è ora e non peggiorino le cose (interne ed esterne al Paese).

    I nuclei familiari dovranno essere presi in carico dai servizi sociali, i quali a loro volta dovranno definire un piano di intervento che prevede una serie di condizionalità anche condivisibili: occuparsi dei figli, portarli a scuola, seguire corsi di formazione. Tradotto significa esercitare la capacità genitoriale e attivarsi. Anche se per questa tipologia di persone non ci sono molte offerte di lavoro: basse competenze, scarse qualifiche, problemi psico-sociali il più delle volte. Significa rafforzare i servizi che si occupano di minori e famiglie. Al momento però tali servizi sono piuttosto in riduzione, causa i sempreverdi tagli.

    Da quanto abbiamo appreso si metterà mano anche al riordino della legge sui servizi sociali, senza i quali, riteniamo, la legge di contrasto alla povertà partirebbe inattuabile. Ci domandiamo però se è in discussione la legge 328 del 2000, unica legge di riforma del sistema integrato dei servizi socio-assistenziali emanata dopo 110 anni dalla precedente e conosciuta come legge Turco. Sarebbe un grave danno se tale riordino avvenisse senza una consultazione con le parti in causa.

    La nostra preoccupazione è sempre la stessa: come possono rispondere i Comuni, e quindi i servizi sociali, senza un approccio integrato con i centri per l'impiego, con gli enti di formazione, con le scuole che dovrebbero essere coinvolti nell'attivazione dei beneficiari? Questa sarebbe una grande riforma. E soprattutto sono stati ascoltati?”.

    Inserita il 04/02/2016 10:08:44|Periodo : 04 Febbraio 2016
  • Superamento dei "campi nomadi": quale accompagnamento all'autonomia?

    Segnaliamo il seminario, organizzato dalla Caritas di Roma,  “Superamento dei “campi nomadi”: quale accompagnamento all’autonomia? Esperienze di buone pratiche”, mattinata di riflessione sulle possibilità di accoglienza per le persone rom che vogliono intraprendere un percorso di autonomia e inclusione.

    In questo momento nel quale si insiste sul “superamento dei campi nomadi” è necessario interrogarsi su cosa i rom troveranno “fuori” una volta usciti dai campi, come creare percorsi di dialogo fra rom e gagé e di apertura di percorsi di fruibilità nelle istituzioni e servizi, anche per i più fragili. A partire da alcune esperienze di buone pratiche ci si propone di delineare linee metodologiche perché i servizi pubblici, insieme al privato sociale, sappiano prendere in carico le famiglie rom una volte uscite dai campi, per accompagnarle in un percorso di reale autonomia.

    L’incontro si terrà a Roma il 28 gennaio 2016, dalle 9.00 alle 13.15, presso teatro Villa Glori, via Venezuela 27. 

     

    In allegato il programma del seminario e il modulo di iscrizione al convegno.

    La partecipazione è libera ma è necessaria l’iscrizione.

    Per informazioni: 06.88815123 – salute.romsinti@caritasroma.it

    • Presso: Teatro Villa Glori, Via Venezuela 27 Roma
    Inserita il 26/01/2016 15:56:16|Periodo : 28 gennaio 2016
  • Natale al Parco

    ERMES Cooperativa Sociale Onlus, nell'ambito del progetto Parco Pubblico, finanziato dalla Regione Lazio attraverso il bando Innova tu: la nuova sfida dell'innovazione sociale" organizza l'evento

    NATALE AL PARCO

    dedicato a tutti i bambini dai 5 ai 10 anni. 

    Gli appuntamenti previsti sono:

    30 Dicembre 2015  dalla 10 alle 12.30: "L'eco Natale. Creazione di un albero di Natale con materiale riciclato"

    04 Gennaio 2016 dalle 10 alle 12.30: "Nel paese delle scarpe di sughero. Attività natalizie con il sughero"

    05 Gennaio 2016 dalle 10 alle 13: "Il mondo magico dei semi: attività creative sulla creazione di mandala"

    Tutte le attività sono gratuite...vi spettiamo!!!


    • Presso: Parco Aldo Moro di Ciampino
    Inserita il 23/12/2015 18:36:01|Periodo : 30 Dicembre 2015 - 05 Gennaio 2016
  • Migranti in Sabina: accogliere e innovare

    Martedì 17 Novembre alle ore 16.00, si svolgerà a Forano (RI) un incontro con la cittadinanza organizzato dal Comune, dalla Prefettura di Rieti e da Casa Madiba. L'iniziativa è una tappa della Campagna Melting Pot !, risposte locali ad un tema globale, promossa dal Progetto Casa Madiba e ha lo scopo di illustrare alla comunità che ospita il nostro Centro i principi, gli aspetti normativi, le attività e le finalità dell’accoglienza rivolta ai cittadini migranti richiedenti Protezione Internazionale. 


    In particolare, nel corso dell’iniziativa verrà presentato il Protocollo d’Intesa sottoscritto dalla Prefettura di Rieti, dal Comune di Forano e dagli Enti gestori di Casa Madiba, per la realizzazione di attività volontarie di pubblica utilità svolte dagli utenti del Centro.

    • Presso: Centro Anziani Forano (RI)
    Inserita il 12/11/2015 17:05:42|Periodo : 17 Novembre alle ore 16,00
  • Sound Corner

    ERMES Cooperativa Sociale Onlus, nell'ambito del progetto Parco Pubblico, finanziato dalla Regione Lazio attraverso il bando Innova tu: la nuova sfida dell'innovazione sociale" organizza l'evento: 

    SOUND CORNER: TALENT SHOW PER ARTISTI EMERGENTI

     La data ultima per potersi iscrivere al contest è stata fissata per il giorno 21 novembre 2015.

    Si può trovare l'avviso e il regolamento nell'area del sito denominata Altre attività.

    • Presso: Parco Aldo Moro di Ciampino
    Inserita il 11/11/2015 14:12:36|Periodo : 28 Novembre 2015
  • Festa di fine estate

    La sede del progetto di educativa di strada organizza insieme ai ragazzi del quartiere la Festa di fine estate.

    Dopo aver ripulito il parco insieme alla cittadinanza festeggiamo tutti insieme la riappropriazione degli spazi comuni.

    Vi aspettiamo!

    • Presso: Parco Via Raoul Follereau
    Inserita il 01/10/2015 12:16:43|Periodo : Giovedì 8 Ottobre 2015 dalle 16,00 alle 20,00
  • comunicato stampa Consorzio di cooperazione sociale Alberto Bastiani onlus

    Apprendiamo dai giornali di questa mattina che il senatore Andrea Augello( Ncd) ha depositato una interrogazione al Ministero dell'Interno per sapere come mai il nostro Consorzio non appaia nelle inchieste di Mafia Capitale  né nella relazione Gabrielli! Probabilmente per il Senatore tutte le cooperative e associazioni sono criminali! 

    Invitiamo il Senatore ad informarsi  meglio sulla nostra pratica e sulla nostra storia, casomai in compagnia di qualche giornalista visitando le nostre sedi i nostri servizi e interventi sociali.

    Da anni gestiamo il servizio di scolarizzazione dei minori rom, e gli interventi sociali a favore dell'inclusione sociale dei rom nel campo di Salone . Lo facciamo costruendo  percorsi di formazione e di inserimento lavorativo realizzati anche in occasione della stessa opera di "bonifica " del campo rom di Salone, oggetto dell'interrogazione del Senatore.

     Noi apparteniamo a quella parte di terzo settore che ben prima dell'esplosione di Mafia Capitale ha denunciato pubblicamente l'affermarsi di un sistema di potere fatto di collusioni, clientele e infiltrazioni criminali. Peraltro al Consorzio aderisce la coop "Edera net" che produce pasta all'uovo e non  la coop/consorzio Edera impegnata in manutenzione del verde e raccolta differenziata. E ancora, al Consorzio aderiscono la coop Agricoltura Capodarco e l'Associazione Comunità Capodarco di Roma Onlus che niente hanno a che fare con l'inchiesta Mafia Capitale. Per ulteriore chiarezza, la Cooperativa Sociale  Capodarco non aderisce al Consorzio ed è quindi  struttura autonoma e indipendente da noi. Tanto per evidenziare i livelli di serietà dell"interrogazione del Senatore e del nostro giornalismo !

    Questa  valanga di fango, la pratica del dossieraggio più o meno anonimo ci ricorda tanto i periodi più bui della storia d'italia e non solo. Appare evidente che l'obiettivo è esclusivamente quello di fare terra bruciata di un'esperienza storica di terzo settore , di azzerare le forme originali di gestione del welfare territoriale . 

    Consorzio di cooperazione sociale alberto bastiani

    • Presso: Roma
    Inserita il 17/09/2015 14:30:09|Periodo : - 17/09/2015
  • Protocollo di Intesa con la Prefettura di Rieti il Comune di Forano (RI)

    In data 27 agosto u.s. è stato firmato un Protocollo di Intesa tra la Prefettura di Rieti, il Comune di Forano ed ERMES Cooperativa Sociale Onlus.

    Tale Protocollo prevede l'impiego dei  30 richiedenti asilo ospitati presso la struttura "Casa di Madiba" (Comune di Forano) in attività di volontariato in favore della collettività ospitante (allestimento, cura e manutenzione delle aree verdi).

    Obiettivo di tale progetto è quello di costruire percorsi di conoscenza del contesto sociale in cui i migranti vengono accolti, che favoriscano la formazione di una coscienza della partecipazione, anche in un'ottica di massima integrazione.


    • Presso: Forano (RI)
    • Per maggiori informazioni visita questo link
    Inserita il 07/09/2015 16:52:08|Periodo : Settembre 2015
  • Apertura micronido L'albero dei desideri

    A settembre 2015 sarà inaugurato il micronido "L'albero dei desideri".

    La struttura, sita in via Licinio Stolone 33 (zona Subaugusta) prevede l'attivazione di attività innovative dedicate alla prima infanzia realizzate attraverso l'elaborazione di progetti educativi calibrati sulle diverse fasce d'età. 

    Il micronido è dotato di mensa interna e di uno spazio esterno strutturato sulle esigenze dei più piccoli.

    Per informazioni e prenotazioni si può contattare il centralino 06/76988239

    • Presso: Via Licinio Stolone - Roma
    Inserita il 03/08/2015 12:28:55|Periodo : Settembre 2015