I nostri Servizi

INTEGRAZIONE SOCIALE

TORNA A INTEGRAZIONE SOCIALE

Percorsi Formativi L2 - PRILS Lazio

ERMES realizza percorsi formativi L2 per stranieri nell’ambito del progetto F.E.I. – Programma Annuale 2011 – Azione 1 – “Azione di sistema per la realizzazione di Piani Regionali d’Integrazione Linguistica e Sociale degli stranieri nel Lazio – P.R.I.L.S. LAZIO” PROG. n. 101513, assegnato dal Ministero degli Interni alla Regione Lazio. A partire dal mese di Marzo 2014, presso la sede di ERMES, inVia Statilio Ottato 33 00175 Roma, si svolgono i seguenti corsi:

1 Corso di livello A1 donne e 1 Corso di livello A2 donne
Il corso intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • Aumento delle competenze linguistico-comunicative in lingua italiana sia a livello generale sia in relazione ai diversi e specifici domini d’uso aderenti alla nostra realtà e, atti quindi, a far fronteggiare alle apprendenti in modo adeguato, le specificità della struttura e del funzionamento della società italiana;
  • Inizio del superamento della situazione di stallo nell’acquisizione linguistica tipica dell’interlingua;
  • Attivazione di una dimensione formativa (anche grazie agli interventi dei mediatori linguistico-culturali) che assegni pari dignità e rispetto a tutte le lingue d’origine; ciò eviterà il vissuto della lingua italiana unicamente come necessità e dovere imposto da una comunità più ampia;
  • Costituzione di un luogo e di uno spazio dedicato esclusivamente alle donne che preveda dei momenti di “confronto e narrazione”;
  • Aumento dell’autonomia e della competenza relazionale nelle donne coinvolte nel corso.

1 Corso di livello A1 e 1 corso di livello A2 per persone appartenenti all’area del disagio

Il corso intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • Aumento delle competenze linguistico-comunicative in lingua italiana sia a livello generale sia in relazione ai diversi e specifici domini d’uso aderenti alla nostra realtà e, atti quindi, a far fronteggiare agli apprendenti in modo adeguato, le specificità della struttura e del funzionamento della società italiana;
  • Superamento della situazione di stallo nell’acquisizione linguistica tipica dell’interlingua;
  • Apertura verso la dimensione dell’integrazione attraverso un passaggio di informazioni e competenze specifiche;
  • Costituzione di un luogo e di uno spazio dedicato alla compatibilità tra inserimento nella società accogliente e cultura di provenienza che preveda dei momenti di “confronto e narrazione”;
  • Aumento dell’autonomia e della competenza relazionale degli studenti coinvolti nel corso.

1 Corso di livello A1 minori e 1 corso di livello A2 per minori

Il corso intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • Aumento delle competenze linguistico-comunicative in lingua italiana sia a livello generale sia in relazione ai diversi e specifici domini d’uso aderenti alla nostra realtà e, atti quindi, a far fronteggiare alle apprendenti in modo adeguato, le specificità della struttura e del funzionamento della società italiana;
  • Inizio del superamento della situazione di stallo nell’acquisizione linguistica tipica dell’interlingua;
  • Attivazione di una dimensione formativa (anche grazie agli interventi dei mediatori linguistico-culturali) che assegni pari dignità e rispetto a tutte le lingue d’origine; ciò eviterà il vissuto della lingua italiana unicamente come necessità e dovere imposto da una comunità più ampia;
  • Affermazione del diritto all’educazione attraverso lo sviluppo: dell’autonomia e della capacità creativa degli alunni e la valorizzazione delle diversità individuali, di genere e culturali, assunte come valore; della comunicazione fra pari e tra minori e adulti allo scopo di consentire il confronto costruttivo delle idee e dei pensieri; delle potenzialità innate in ciascun minore rendendoli capaci di esprimerle e  sostenendoli nella formazione della loro identità; di un’educazione orientata al rispetto dei valori di solidarietà, tolleranza, accoglienza e integrazione multiculturale, per la libertà e la valorizzazione di una cultura di pace fra i popoli contro ogni forma di discriminazione; di un’autonomia che, rispettando i ritmi e le esigenze dei minore, ne aumenti il benessere fisico ed emotivo e la consapevolezza di sé come distinto dagli altri.
  • Destinato a Cittadini stranieri nel Lazio
Inserito il 21/10/2014 17:12:59